Feed RSS

POLPETTONE ALLA GREGORIO

Inserito il

Mi scrive   raccontando che mentre era impegnata a “studiare”il mio blod di maglia, il marito,Gregorio appunto, ha pensato bene di sostituirla ai fornelli(marito meraviglioso..!), ed ecco il risultato:

Come promesso ti scrivo la ricetta del polpettone alla Gregorio se vorrai battezzarlo così. Ing:Macinato di bovino e suino x voi forse 2kg, 2 uova,parmigiano abbon.,2panini raff.ammorbiditi nel latte tiepido e strizzati,1hg.mortadella tritata, 1 patata lessa schiacciata,prezzemolo tritato abbon.,1spicchio d’aglio tritato o + a piacere, sale e pepe q.b, qualche cucch.di farina 00 per fissare l’impasto al bisogno, pane gratuggiato per panare il tutto, olio per friggere.Con tutti gli ingred. pronti fare un impasto assaggiare! dare la forma oblunga classica del polpettone, ( se risultasse troppo grande farne 2) naturalmente spolverare il piano da lavoro di pane gratuggiato e panare con delicatezza il rotolo. Mettere in padella con olio caldo e controllando cuocere fino a formare la crosticina esterna su tutti i lati , portare a cottura lentamente anche all’interno. Si può cuocere anche in forno con contorno di patate sullo stesso vassoio, oppure in umido con il pomodoro facendo attenzione di formare prima la doratura esterna e poi aggiungere il sugo, altrimenti girandolo si rischia di romperlo. Ciao Marina

Annunci

Informazioni su marìca

madre di tre, nonna di cinque, mi piace cucinare ,leggere, viaggiare, lavoro a maglia per i piccoli, traduco e pubblico modelli di maglia per bambini

»

  1. Caspita!!ho fatto un salto sulla sedia quando ho trovato postata in prima fila la ricetta del polpettone Gregorio!!! In realtà questa è la ricetta tradizionale preparata e insegnatami da mia mamma e anche da mia suocera con tutti i sacri crismi. Gregorio l’aveva preparato un pochino + all’acqua di rose ma era buono lo stesso. Se ti va ti potrei scrivere un’altra ricetta preparata con metodo diverso del tradizionale “vitel tonnè?” o “vitel tonè?” Ma!!!Ciao Marina

    Rispondi
  2. Questa ricetta è stata tramandata nella mia famiglia da una nonna, la mia, che cucinava in determinate occasioni in una famiglia benestate parecchi anni fa. E’ un vitello tonnato che puoi preparare anche con carne di manzo, considerato che dopo cottura va passata molto bene nel mixer.Ing. carne di manzo o vitello a piacere 1Kg., 2 scatolette di tonno sott’olio, olive denocciolate abbon., filetti di acciuga, capperi sott’aceto, 1 vasetto di maionese 250g.,1vaso di yogurt intero x allungare la maionese e renderla + leggera, niente sale gli ing. sono già saporiti, pepe q.b. x decorare:capperi, olive verdi e nere, peperoni a listarelle. Può servire anche una giardiniera così si trovano vari colori di verdura, se è stagione 1 o max 2 arance tarocco. Bollire la carne come x un lesso, a cottura ultimata passarla con il tonno sgocciolato, le olive i capperi abbon.e le acciughe al mixer (deve risultare una crema o poco meno) pepare ed event. salare al bisogno. Aggiungere la maionese allungata con lo yogurt tenendo la riserva x la copertura, mescolare bene ed amalgamare il composto. Prendere una pirofila o un piatto a piacere , stendere il composto premendo con le mani per sagomarlo,bene. Coprire con il mix di maionese e yogurt, fare uno strato ben livellato e omogeneo, decorare a piacere il contorno della carne ,con fettine di arancia tamponata dal sugo tagliate a metà ,alternate ad olive verdi e nere denocc.e capperi. Volendo io di solito al centro della preparazione creo un fiore stilizzato con le verdure della giardiniera avendo cura di tamponare dal liquido in eccesso.Devo dire che raccontata così potrebbe sembrare laboriosa, in realtà non lo è e il successo è assicurato. Chiamala come vuoi, però ti confido che la mia nonna si chiamava Severina. Marina

    Rispondi
  3. Riso in stampo. Serve avere in casa uno stampo a ciambella classico oppure 1 di quelli + alti ugualmente adatti a dare una forma con foro centrale. Ing. x 6 pers.10 tazzine da caffè di riso, 250g. di piselli al tegame,2hg. di fontina, 2hg. prosciutto cotto tagliato in 1 fetta, burro,abbon. parmigiano gratuggiato, cipolla,prezzemolo sale pepe q.b Lessare il riso al dente in acqua salata; nel frattempo preparare i piselli con cipolla tritata e prezzemolo in tegame,tagliare a cubetti il formaggio e il prosciutto. A cottura ultimata, condire il riso con burro e parmigiano abbondante, aggiungere anche piselli, prosciutto e fontina tenendo la riserva per decorare il piatto. Mettere sul fondo dello stampo un pò di piselli, prosciutto e fontina, aggiungere il riso precedentemente condito e pressare per creare la forma. Coprire con il piatto da portata e capovolgere. Con la riserva di ingr. decorare il contorno del piatto e servire. Durante la preparazione avere l’accortezza di non far freddare il tutto e servire ben caldo. Semplice ma d’effetto. Aumentare le dosi a seconda della necessità Ciao Marina

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: